Salta al contenuto principale

CASE HISTORY: Ospedale IHITC - Anti COVID-19 in Pakistan

Straordinario progetto chiavi in mano per la fornitura di 1,25 MVA per l’impianto di emergenza composto da 3 unità di gruppi elettrogeni impiegati per le attività di assistenza ai pazienti affetti dal Corona Virus tramite l’impiego di energia ininterrotta e costante. Visa SpA, attraverso il proprio distributore locale, ha fornito macchine altamente affidabili per supportare gli eccezionali protocolli messi in campo per assicurare la copertura di tutti i maggiori requisiti di alimentazione.

CASE HISTORY

DETTAGLI DESCRIZIONE
Progetto: Centro ospedaliero per l’isolamento e il trattamento antinfettivo IHITC (Isolation Hospital and Infectious Treatment Center )
Luogo installazione: Chak Shahzad, Islamabad, Pakistan
Potenza richiesta: 1.25 MVA (P.R.P)
Potenza installata: 1.25 MVA (P.R.P)
Gruppi elettrogeni: 2 x V 500B - 1 x V 250B
Dimensioni: 1300 x 3300 x 2250 mm  (W x L x H), 1120 x 2650 x 1900 mm  (W x L x H)

Scopo : Fornitura per l'ospedale di isolamento e il centro anti-infettivo (IHITC), costruito con lo scopo di combattere attualmente gli effetti causati dalla pandemia da Corona Virus e che verrà destinato in seguito, a pieno regime, a trattamenti infettivi di altra natura.

Configurazione : impianto di fornitura elettrica di emergenza da 1,25 MVA composta da 2 unità di gruppi elettrogeni Onis Visa da 500 kVA e 1 unità da 250 kVA con motori Volvo Penta e alternatori Stamford.
Data la criticità dell’applicazione, la committenza ha selezionato il marchio Onis Visa per la grande efficienza e affidabilità, la soluzione ideale per un impianto di così alto livello. Un ulteriore aspetto chiave nella scelta del brand è stato il supporto e l’assistenza tecnica assicurati dal distributore ufficiale locale.

Data installazione: Inaugurazione ufficiale il 15 Maggio alla presenza del Primo Ministro del Pakistan.
Obiettivo della fornitura: alimentazione delle diverse strutture del centro ospedaliero per il trattamento antinfettivo, dalle unità di isolamento e di terapia intensiva, ai poli operatori, agli ambulatori e laboratori, impianti speciali di ventilazione (scambiatori di ossigeno e macchinari per la pressione positiva e negativa dell’aria), i gas ospedalieri, le lavanderie, le celle mortuarie, i diversi impianti di trattamento dei rifiuti speciali e delle acque reflue, l’inceneritore, nonché il sistema antincendio. Tutte i diversi reparti della struttura sanitaria stanno lavorando a pieno regime per garantire la straordinaria funzionalità operativa richiesta in questo momento nel massimo sforzo di combattere la malattia e contenere l'epidemia.

Specifiche tecniche: I gruppi elettrogeni sono tutti equipaggiati con motori Volvo modello TAD 1641GE e TAD 734 GE e alternatori Stamford modelli HCI 544C e UCDI274K selezionati per la loro grande qualità ed affidabilità.

Le macchine sono destinate all’alimentazione di emergenza degli impianti in caso di guasto, di temporanea interruzione o di mancanza della rete elettrica (WAPDA in Pakistan) in loco. Attualmente tutti i gruppi stanno funzionando 24 ore su 24, 7 giorni su 7, per alimentare il centro ospedaliero in attesa che la rete elettrica pubblica divenga disponibile come fonte alimentazione principale.

Uno degli aspetti fondamentali richiesti dal cliente era la massima riduzione delle vibrazioni residue. A tale scopo, il team tecnico ha sviluppato un sistema costituito da supporti a molla antisismici antivibranti posizionati tra il basamento della macchina e la piazzola di supporto.
Tutte le unità sono dotate di un serbatoio di carburante con capacità speciale con pompe di caricamento automatico per garantire un'autonomia operativa a pieno carico superiore alle 24 ore, secondo i requisiti indicati.
Inoltre i generatori presentano la possibilità di attivare l'esclusivo servizio SupervisorPlus di supervisione attiva da parte del servizio assistenza di Visa SPA, che in caso di necessità interviene da remoto, fornendo consulenza sulle soluzioni e pianificando gli interventi, prima che possano eventualmente trasformarsi in criticità.
Una delle maggiori sfide che il fornitore si è trovato a fronteggiare è stato il fattore tempo. Data l’urgenza della situazione, il termine di consegna richiesto era estremamente breve ed è stato onorato con eccezionale professionalità, rispettando in pieno tutti gli elevati requisiti di qualità garantendo la consegna e l’installazione della merce nel termine dei 10 giorni stabiliti. La dimostrazione della capacità dell'azienda di gestire tutte le scadenze anche nelle condizioni più estreme.

MENU UTENTE

User not logged in